Home arrow Documenti arrow Mozione Boni (04/2007)
Mozione Boni (04/2007) Stampa E-mail

Mozione Particolare (accolta come Raccomandazione) a prima firma Igor Boni

Il Comitato nazionale di Radicali Italiani,

ribadendo la sempre crescente urgenza di produrre energia usando risorse meno inquinanti del petrolio, per porre un freno al degrado ambientale dell'aria, dell'acqua e del suolo, soprattutto nelle realtà urbane e suburbane;

considerato il grave rischio geopolitico dovuto all'attuale dipendenza delle democrazie (europee ed extra-europee) nei confronti di paesi a regime dittatoriale fornitori di idrocarburi;

notando la necessità di attrezzarsi a far fronte a possibili future crisi di disponibilità del petrolio, anche in considerazione del fatto che trattandosi di risorsa non rinnovabile il suo esaurimento è un fatto certo, anche se non collocabile in un orizzonte temporale preciso;

sottolineando l'importanza dell'obiettivo fissato dalla mozione generale del V Congresso di Padova, là dove si afferma l'urgenza di arrivare ad elaborare un Piano Energetico Nazionale che preveda la graduale uscita dalla dipendenza dal petrolio in un orizzonte temporale realistico e sostenibile.

Ribadisce, quanto all'ulteriore elemento derivante dal dibattito sull’emergenza legata a cambiamenti climatici dovuti alle attività umane e in particolare alle emissioni di CO2 (anidride carbonica):

ricordando che il sistema climatico è in continua mutazione, e che questo avviene da miliardi di anni indipendentemente dalla presenza e dalle attività dell'uomo;

riconoscendo che la crescita della popolazione e le attività antropiche hanno una influenza sullo stato e la salute dell'ambiente;

il Comitato afferma la necessità di denunciare e combattere strumentalizzazioni e intromissioni della politica nel perimetro della scienza, anche in materia climatica, garantendo la massima libertà di ricerca per approfondire la comprensione delle dinamiche di trasformazione del clima.

Ribadendo che l'anima della politica radicale e' liberale, liberista e libertaria, il Comitato afferma la necessità che anche in materia ambientale l'iniziativa di Radicali Italiani sia animata da questi principi.

Tutto ciò premesso,

il Comitato nazionale dà mandato alla Segretaria di Radicali Italiani di istituire un gruppo di lavoro "ambiente, clima, energia e politica radicale", con il compito di elaborare uno studio che formuli alcune linee guida come base di una proposta di merito per il Piano Energetico Nazionale.

Tale lavoro dovrà essere terminato entro sei mesi dalla costituzione del gruppo producendo una relazione da presentare agli organi dirigenti del partito e al Comitato nazionale.

Roma, 1° aprile 2007

Copyright 2000 - 2004 Miro International Pty Ltd. All rights reserved.
Mambo is Free Software released under the GNU/GPL License.

sovrappopolazione, demografia, fame nel mondo, carestie, epidemie, inquinamento, riscaldamento globale, erosione del suolo, immigrazione, globalizzazione, esaurimento delle risorse, popolazione, crisi idrica, guerra, guerre, consumo, consumismo