Home arrow Interventi degli iscritti arrow Bill Ryerson a Roma
Bill Ryerson a Roma Stampa E-mail
        
Bill Ryerson a Roma
       
Come (forse) sapete sono stato a Roma da martedì 24 ottobre a ieri, sabato 28 ottobre per accogliere e incontrare Bill Ryerson, presidente del Population Media Center, organizzazione con base nel Vermont (USA), con cui Rientrodolce intrattiene, sin dalla sua formazione, cordiali rapporti di amicizia e collaborazione.
       
Ryerson è intervenuto a Roma al primo "World Congress for Communication and Development", organizzato dalla FAO, su invito del Partito Radicale Transnazionale, invito sollecitato da Rientrodolce.
          
Noi condividiamo i metodi (telenovelas e altro) rispettosi della libertà e responsabilità umana utilizzati dal Population Media Center per indurre una riduzione della popolazione mondiale entro limiti compatibili con le capacità del pianeta di mantenersi in condizioni di equilibrio omeostatico e, con l'invito di Ryerson a questa conferenza delle Nazioni Unite, ci siamo proposti (e abbiamo ottenuto) l'obiettivo di diffondere a livello mondiale  (c'erano seicento invitati da ogni parte del mondo) la conoscenza di questo metodo, unitamente alla necessità e alla possibilità pratica di proporsi l'obiettivo di una decrescita della popolazione mondiale, in tempi non troppo lunghi
         
Il secondo obiettivo che ci eravamo proposti con questo invito era quello di far conoscere il metodo e la fattibilità pratica di ottenere una riduzione della popolazione mondiale senza ledere, anzi rafforzando, le libertà individuali e i diritti umani, ai massimi vertici dell'area radicale. Inoltre noi desideravamo proporre eventuali sinergie tra il PRT e il Population Media Center in tema demografico e di diritti umani, anche in vista del prossimo Consiglio del PRT. Pure questo obiettivo è stato raggiunto, in quanto Bill Ryerson è stato ricevuto da Marco Pannella e Marco Cappato, in un incontro, in Via di Torre Argentina, che è durato più di due ore*. Abbiamo anche avuto la fortuna di incontrare Bruno Mellano all'uscita dall'incontro e anche a lui abbiamo presentato Ryerson e illustrato brevemente gli scopi e i metodi del Population Media Center. Riferire sul contenuto dell'incontro non spetta a me, ma a Pannella e Cappato, se lo riterranno opportuno.
          
Un terzo obiettivo consisteva nel far conoscere le stesse cose anche all'area radicale nel suo complesso, attraverso una intervista su Radio Radicale. Questo obiettivo è stato parzialmente raggiunto, grazie a De Pascalis, che ha registrato un'intervista di circa venti minuti con Ryerson, intervista che ci si augura possa essere trasmessa prima del congresso di Radicali Italiani. Abbiamo lavorato molte ore a questa intervista, perché De Pascalis non era mai soddisfatto della traduzione, del mio tono di voce, dell'enfasi, della velocità con cui leggevo... e non è ancora finita, perché ora i tecnici la devono "montare", in modo che le risposte di Ryerson vengano in sottofondo, mentre io leggo la traduzione. Si vociferava tra noi che forse l'intervista avrebbe potuto essere trasmessa il primo novembre, in ore di massimo ascolto, ma stavamo vendendo la pelle dell'orso...
           
Mi aspetto che sia possibile ottenere una nuova intervista con Ryerson, prima del Consiglio del PRT, approfondita e di lunga durata, che ci consenta di informare ulteriormente i compagni di area radicale.
      
Segnalo, infine, che Bill ci ha portato dagli Stati Uniti dei libri, volantini e documenti che potremo esporre nel tavolo che intenderemmo preparare nell'atrio del congresso di R.I. il prossimo 2 novembre.
            
Guido Ferretti
      
* Pannella è stato presente negli ultimi venti minuti. 
Copyright 2000 - 2004 Miro International Pty Ltd. All rights reserved.
Mambo is Free Software released under the GNU/GPL License.

sovrappopolazione, demografia, fame nel mondo, carestie, epidemie, inquinamento, riscaldamento globale, erosione del suolo, immigrazione, globalizzazione, esaurimento delle risorse, popolazione, crisi idrica, guerra, guerre, consumo, consumismo